Close
  • Principale
  • /
  • Film
  • /
  • Lo scandalo del sexting cannibale di Armie Hammer ha messo la morte della Disney sul Nilo tra l'incudine e il martello

Lo scandalo del sexting cannibale di Armie Hammer ha messo la morte della Disney sul Nilo tra l'incudine e il martello


I maggiori studios di Hollywood disprezzano gli scandali. Aprire un film di successo in questo mercato è già abbastanza difficile, e quando uno scandalo getta un'ombra su una produzione o su un membro di un cast tentacolare, ciò minaccia di essere una grande distrazione dal film in corso. Il che ci porta a un pezzo su Armie Hammer, il suo pubblicità negativa in corso , e i tentativi di Walt Disney di posticipare la necessità di affrontare il problema perché Hammer sembra essere un protagonista maschile nell'adattamento di Agatha Christie spesso ritardato dello studio Morte sul Nilo.

Varietà affronta queste preoccupazioni in una colonna che segue la notizia che Kenneth Branagh's Morte sul Nilola funzione è tornata al primo trimestre del 2022 mentre lo studio Walt Disney rimescola le date di uscita e i piani per la riapertura dei cinema. Questo è solo l'ultimo di una serie di ritardi per Morte sul Nilo, anche se i precedenti erano dovuti a problemi di produzione e quindi a restrizioni COVID. Questi ritardi, tuttavia, hanno messo in rotta di collisione l'enorme mistero dell'omicidio per... un incubo pubblicitario grazie ai titoli che Armie Hammer sta ottenendo.


Hammer, come forse saprai o meno, è al centro di un'indagine della polizia di Los Angeles sulle affermazioni di uno stupro violento del 2017. È stato rivelato sui social media come qualcuno che potrebbe essere coinvolto in dominazione e cannibalismo sessuale, affermazioni non verificate e ha per lo più negato. È impegnato in una battaglia per la custodia pubblica con la sua ex moglie, Elizabeth Chambers, che è stata sposata con l'attore per 10 anni. Ed è stato perdere concerti professionali sulla scia di queste accuse, allontanandosi dal Lionsgate RomCom Matrimonio riparatorecon Jennifer Lopez, per poi essere escluso da The Billion Dollar Spy, un dramma sulla Guerra Fredda con Mads Mikkelsen.

Il che ci porta a Morte sul Niloe la difficile situazione della Disney. Lo studio non può licenziare Armie Hammer dal film. Il film è finito e, secondo fonti che hanno parlato con Variety, ha una parte significativa che non può essere rimossa. C'è un precedente per questo, come quando Christopher Plummer ha sostituito Kevin Spacey nel dramma di Ridley Scott Tutti i soldi del mondo. Il defunto attore ha finito per ottenere una nomination come miglior attore non protagonista agli Academy Awards per il suo lavoro.


Altri analisti hanno suggerito a Variety che Walt Disney semplicemente stringi i denti e prendi posizione che centinaia di persone di talento hanno lavorato su Kenneth Branagh's Morte sul Nilo, e non lasceranno che le presunte azioni di un membro del cast affondino l'intera nave. Ma Variety nota astutamente che qualsiasi stampa deve essere protettiva nei confronti di Le co-protagoniste femminili di Armie Hammer , tra cui Gal Gadot e Letitia Wright, a causa della natura violenta delle accuse rivolte all'attore.

La data di uscita fa guadagnare tempo alla Disney Morte sul Nilo , e continueremo a vedere come andrà a finire la storia di Armie Hammer. Alla fine, però, il film di Kenneth Branagh vedrà la luce del giorno e scopriremo se le presunte azioni di Hammer oscurano i risultati del regista.